La Verità sul Cioccolato


Spesso quando si parla di cioccolato si pensa ad un alimento da evitare, o che comunque non dovrebbe fare parte in modo sistematico della nostra dieta. Questo non è del tutto vero, quando si parla di cioccolato dobbiamo infatti distinguere di che tipo di cioccolato stiamo parlando: se infatti le preparazioni industriali dolciarie non hanno niente a che vedere con le proprietà del cacao, un buon cioccolato fondente può rappresentare un ottimo alleato per la nostra salute.

Il cacao rappresenta infatti una delle più grandi fonti alimentari di flavonoidi, antiossidanti presenti negli alimenti di origine o derivazione vegetale, come the, agrumi, vino rosso e frutti di bosco.

 

Tanto maggiore è la percentuale di cacao nel cioccolato e tanto superiore è la presenza di flavonoidi.

In media, 100 grammi di cioccolato fondente contengono 50-60 milligrammi, mentre nella stessa quantità di cioccolato al latte ne troviamo solo circa 10. Addirittura nulla è invece la percentuale di flavonoidi nel cioccolato bianco.

Dal punto di vista quantitativo, il contenuto in flavonoidi del cioccolato fondente si avvicina molto a quello dei frutti di bosco, mentre da un punto di vista qualitativo rispecchia, grazie alla presenza delle catechine, il potere antiossidante del the verde.


Il Ruolo dei Flavonoidi

I flavonoidi sono degli antiossidanti naturali e limitano gli effetti negativi associati ad elevati livelli plasmatici di colesterolo ed in modo particolare della sua parte "cattiva", data dalle lipoproteine LDL.

Così facendo, grazie anche al loro effetto antinfiammatorio, i flavonoidi proteggono le arterie dai danni dell'aterosclerosi e prevengono malattie cardiovascolari come l'infarto e l'ictus.

Il consumo quotidiano di piccole quantità di cioccolato fondente è inoltre in grado di abbassare lievemente la pressione arteriosa.

Naturalmente l'azione dei flavonoidi ha una estensione anche a livello sistemico, pertanto porterà benefici a tutto l'organismo, principalmente ritardandone l'invecchiamento cellulare.



Un Antidepressivo Naturale

Il cioccolato contiene buone dosi di serotonina e svolge, dunque, sul sistema nervoso un’azione eccitante ed antidepressiva. La serotonina è un ormone prodotto dal cervello che gioca un ruolo chiave nella determinazione del buonumore. Una carenza produttiva di serotonina rischia di portare alla depressione; moltissimi antidepressivi infatti hanno come principio attivo proprio la serotonina. Il cioccolato svolge, quindi, un’azione antidepressiva naturale.



Altre proprietà del Cacao

Tra i benefici del cioccolato fondente annoveriamo un alto contenuto di sali minerali, micronutrienti indispensabili per il benessere dell’organismo. In particolare, il cioccolato fondente contiene una buona quantità di ferro, rame, magnesio e potassio. Basta pensare che consumare una barretta da 40 grammi di prodotto apporta da sola la dose consigliata di magnesio richiesta dall’organismo nel suo fabbisogno giornaliero. Fosforo, zinco e calcio sono gli altri preziosi minerali contenuti in questo buonissimo alimento. 

 

Il cacao contiene inoltre teobromina, una sostanza che indurisce naturalmente lo smalto dei denti. Ciò significa che il cioccolato fondente, a differenza della maggior parte degli alimenti dolci, non aumenta il rischio di carie.



Quanto mangiarne?

Nonostante questo alimento sia ricco di sostanze importanti per la nostra salute, è comunque buona regola non consumarne dosi eccessive. Il cioccolato contiene infatti grandi dosi di grassi e calorie. Una tavoletta da 100 grammi fornisce poco meno di 500 calorie, da 1/4 ad 1/6 del fabbisogno calorico quotidiano.

 


I trigliceridi contenuti nel cioccolato fondente tuttavia non sono molto dannosi nei confronti dell'organismo. Essi, infatti, contengono approssimativamente un 33% di acido oleico (lo stesso presente nell'olio di oliva, con proprietà ipocolesterolemizzanti), un 33% di acido stearico (con effetto neutro sui livelli plasmatici di colesterolo) ed un 33% di acido palmitico (acido grasso saturo dalle proprietà ipercolesterolemizzanti).

 

Per cui se parliamo di un cioccolato fondente di buona qualità e quindi con una buona percentuale di cacao, la parte grassa non rappresenta una minaccia, tuttavia dato il grande apporto calorico è opportuno non superare i 30/40 grammi al giorno.



Quale scegliere?

Come emerso da quanto descritto in precedenza, il cioccolato che meglio incarna le proprietà del cacao è senza dubbio il cioccolato fondente. Il gusto del cioccolato fondente non è molto dolce, pertanto potrebbe volerci del tempo ad abituarsi al suo retrogusto amaro, tuttavia alla fine riuscirete senza dubbio ad apprezzare il vero sapore del cacao. E' quindi consigliato iniziare con un cioccolato con una percentuale intorno al 60/65 %, per poi salire gradualmente di percentuale fino ad arrivare a cioccolato con una contrazione di cacao di 80/85%. 

Ovviamente andrà acquistato cioccolato di alta qualità, al fine di essere sicuri che tutte le qualità sia gustative che nutrizionali siano inalterate. In Italia fortunatamente ci sono alcune delle aziende produttrici di cioccolato più stimate al mondo, pertanto sarà facile trovare buon cioccolato ad un prezzo contenuto.


Possibili Controindicazioni

Il cioccolato viene spesso escluso dalle diete mirate al trattamento del mal di testa in quanto contiene tiramina, feniletilamina e favorisce la produzione di serotonina, un neurotrasmettitore eccitatorio che, se presente in difetto, è causa di cali patologici dell'umore (ecco spiegato l'effetto antidepressivo del cioccolato), mentre se presente in eccesso si accompagna ad emicrania.


Il contenuto in caffeina e teobromina, una sostanza caffeino-simile, è relativamente modesto e può causare problemi solo alle persone ipersensibili alla loro azione eccitante.


Essendo ricco di ossalato, un antinutriente che complessa il calcio a livello intestinale impedendone l'assorbimento, andrebbe consumato con moderazione da chi soffre di osteoporosi e demineralizzazione ossea.

 

 

Il cioccolato viene inoltre sconsigliato nella dietoterapia di molte patologie a carico dell'apparato digerente, come ernia iatale, reflusso gastroesofageo e gastrite.  


La credenza che il cioccolato debba essere bandito dalla dieta di chiunque voglia seguire una alimentazione sana è quindi falsa, e nessuna notizia poteva essere più lieta per il nostro palato.


Leggi anche:


 

MEDICINA ESTETICA: 3341994637

RETE FISSA: 0290687289

IQS/EASY SLIM: 3473734966

INFORMAZIONI SUI NOSTRI PRODOTTI: 3317847336

 info@dgacenter.it

 

Viale Risorgimento 31/h Pantigliate (Milano)